venerdì 12 luglio 2013

Making, l'app di Nike a favore dell'ecosostenibilità

Si chiama Making ed è l'ultima trovata geniale del marchio sportivo più famoso del mondo, la Nike, a sostegno dell'ecosostenibilità. Disponibile gratis su iTunes, quest'applicazione consente di aiutare stilisti e designer a calcolare quanto influenzano l'ambiente i materiali utilizzati per i prodotti firmati Nike, dal cuoio al cotone alla seta, in base a quattro aree di impatto: acqua, energia, chimica e rifiuti.

I risultati sono il frutto dell'analisi dei dati di Materials sustainabily index (Msi), un gigantesco database, inizialmente utilizzato per uso interno, che ha raccolto nel corso degli ultimi sette anni, il livello di compatibilità ambientale di 22 materiali, basandosi su 4 parametri: consumi d'acqua, sostanze chimiche, energia utilizzata e smaltimento. A ciascuno viene dato un punteggio che consente di scegliere quelli eco-friendly. Un progetto che nasce non solo per la Nike ma anche per i consumatori!

L'idea prende spunto dal colosso di lusso Kering e dalla catena di abbigliamento low cost H&M, che hanno lavorato anch'essi a favore dell'ambiente, ed è stata realizzata grazie all'impegno di alcuni studenti del London College of Fashion's Centre for Sustenaible fashion. Partendo da questo progetto sono è nata la capsule collection, una collezione composta da pochi capi facilmente abbinabili e interscambiabili fra loro, pensata apposta per i giochi olimpici in Brasile del prossimo 2016.