giovedì 18 agosto 2016

L'efficacia dei social network per le aziende cosmetiche


Il successo dei social network ha fatto sì che i piccoli e grandi marchi della cosmetica e del make-up si affacciassero a questo mondo sempre di più, adottando una precisa strategia di comunicazione e marketing.
Numerosi brand del panorama cosmetico hanno aperto le porte al social network, affidandosi a specialisti della comunicazione e social media marketing, per seguire una precisa strategia.

Lo scopo di queste aziende è di instaurare un rapporto trasparente con i consumatori e di coinvolgerli maggiormente, per poi invogliarli all’acquisto, utilizzando i social network, in cui gli utenti si scambiano consigli e opinioni, e soprattutto dove possono avere un contatto diretto con l'azienda.

Tra i social network più utilizzati troviamo Facebook, Instagram e soprattutto YouTube. Su quest'ultimo gran parte delle aziende investono e stringono collaborazioni con le beauty youtuber e le blogger più famose, che utilizzando i loro prodotti nei video tutorial o recensendoli nei loro blog.
I marchi cercano appositamente le social influencer più adatte a relazionarsi con il proprio pubblico di consumatori (ben selezionato) sempre più esigente, per poter far conoscere maggiormente i prodotti del brand.

Un esempio sono Pupa Milano e Kiko Cosmetics, attivi soprattutto Facebook e Youtube, che coinvolgono e fidelizzano il consumatore con frequenti iniziative a base di promozioni e scontistiche. Facendo ciò hanno raggiunto livelli a volte esagerati di affluenza nei negozi.

I social network permettono di instaurare con il consumatore una relazione stretta, di costruire rapporti di lunga durata, di modo che l'azienda possa sviluppare un engagement con i propri fan e ottimizzare gli investimenti. Come fanno L’Oreal, Collistar e Dolce&Gabbana che coinvolgono il proprio pubblico, invitandolo periodicamente a pubblicare selfie e foto con i loro prodotti: una strategia marketing mirata e performante che fa partecipare i fan con entusiasmo.

Infatti, i followers si aspettano dalle aziende sempre più contenuti esclusivi e novità sul mercato, continuità e interazione. Ma soprattutto vogliono essere coinvolti direttamente, attraverso incontri in profumeria con le beauty youtuber o iniziative win-win su Instagram o Facebook: se diventi fan hai accesso a concorsi, campioni omaggio o sconti particolari.

I brand devono quindi essere presenti in modo attivo, interagire con le brand lovers e ascoltare i suggerimenti e i bisogni dei fan. La parola chiave è trasparenza: non censurare le critiche ma essere chiari, diretti, empatici per mantenere una credibilità che negli anni i beauty brand hanno acquisito.