martedì 14 febbraio 2017

Cina: 22% del make up è venduto online


Secondo il report di L2 “Beauty China 2017”, entro il 2020 la Cina diventerà il più grande mercato beauty mondiale. Il merito va all'eCommerce.
Nel report presentato dalla società di ricerche L2, il settore beauty in Cina è in crescita grazie agli acquisti online.
L'eShopping di make-up, infatti, è salito dal 4% nel 2010 al 22% nel 2015. Stessa scalata per gli altri comparti di bellezza: gli acquisti sul web di skincare passano dal 3% nel 2010 al 19% nel 2015, mentre quelli delle fragranze accelerano dal 3% all’11%.

Tra i brand più importanti del settore beauty che incidono maggiormente sul mercato asiatico troviamo Tmall e Taobao, entrambi appartenenti al gruppo eCommerce Alibaba. Seguono Meipai, Yizhibo, Jumei, Vip e Youku.

Da segnalare anche JD, uno dei più importanti eCommerce cinesi, che si è lanciato solo recentemente nella vendita di prodotti di bellezza. JD, nato nel 1998 come 360buy per iniziativa di Liu Qiangdong, è il primo canale per vendite mediate (ossia dove il marchio noleggia uno spazio promozionale sul sito) e secondo per quelle dirette, con il 23% di quota di mercato (primo è il sopracitato Tmall di Alibaba con il 57%).
Il sito, con i suoi 169 milioni di iscritti e i 3,8 milioni di ordini ogni giorno, potrebbe incrementare impetuosamente le vendite con il beauty, diventando così un vero e proprio competitor per Alibaba.